Crea sito

posted by on 2011.03.14, under Senza categoria
14:

Sono davvero stufa di Splinder, sta dando troppi problemi.
Da domani sarò qui http://dalle8alle5.blogspot.com

posted by on 2011.03.14, under Senza categoria
14:
Motivi particolari per cui è stato chiesto il divorzio, tutti veri.

Lui va in missione per un anno in Iraq, al ritorno scopre sulla console Nintendo Wii che lei ha “giocato” parecchie notti con qualcun altro.

Lei gli fa troppe torte.

Lui porta la mamma in luna di miele.

Lui ha 84 anni e lei 22. Lei non ce la fa reggere il ritmo di vita di lui.

Lui non porta gli slip.

Lui fa i suoi bisogni nelle pentole.

Lui in una scommessa ha messo in palio lei. E ha perso.

Lei è troppo focosa e lui non ce la fa più.

posted by on 2011.03.11, under Senza categoria
11:
Lui è un cane e si chiama Chico.
Ha un padrone ma è innamorato alla follia di un altro umano con cui sta dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 5. Più che starci, diciamo che gli si incolla come una patella allo scoglio.
La distanza massima che riesce a sopportare dal suo amore è 1 metro. Poi non resiste e, con aria indifferente firulì firulà, gli si avvicina, un centimetro alla volta.

A volte degli autisti tedeschi gli offrono wurstel grandi come manganelli e, anche se lui ci prova a rifiutarli, alla fine cede alla tentazione e va a prenderseli perdendo di vista, solo per un attimo!, l'uomo dei suoi sogni. Se per caso quello si muove e sparisce dal suo orizzonte, lui va in panico e comincia a correre di qui e di là alla ricerca dell'amato bene; quando lo ri-trova saltella e scodinzola tutto eccitato, gli mostra il wurstel e, anche se non sembra possibile, sorride.
Quando il suo bello a mezzogiorno esce per andare a mangiare, Chico si mette davanti al cancello, in attesa. Dorme sino a 10 minuti prima del tanto atteso ritorno, poi si alza, si scrolla e comincia a scrutare la strada.
E' felice: il suo attaccamento è ricambiato.

posted by on 2011.03.10, under Senza categoria
10:
Lunedì mattina nessuno riusciva a scaricare la posta tramite Outlook.
Ogni account dava lo stesso errore: password errata.
Dato che il venerdì non c'era stato il minimo problema, i casi potevano essere solo due:
1) ognuno di noi era venuto, di soppiatto, durante il week end a pastrocchiare il proprio account su Outlook
2) il server POP3 era impallato.
Ho tentato di accedere alla posta via web, risposta di Firefox: impossibile connettersi al sito.
Ok, era chiaro che il gestore dell'hosting aveva qualcosa kaput.
Avvisato il gestore, poco dopo tutti hanno ripreso a ricevere la posta.
Tutti tranne la donna in cOrriera, a cui Outlook continuava a dire che la password era sbagliata.
L'hai modificata?, le ho chiesto aprendo le proprietà dell'account.
Assolutamente no, non ho toccato niente, ha risposto lei, molto seccata (e con un fumetto sulla testa che diceva: non puoi affermare il contrario, si vedono solo dei pallini)
Non c'era bisogno di usare Asterisk Key,  a colpo d'occhio i pallini erano un po' troppi.
Ho dedotto che, strano!, mentisse sapendo di mentire.
Per averne la certezza, tornata nel mio ufficio, ho fatto l'accesso da web al suo account di posta e, magia!, la solita password era valida.
Quindi, la donna in cOrriera aveva smanassato, eccome!
Ero indecisa se lasciarla senza posta per almeno due giorni o fare la parte di quella che è un genio dei computer.
L’istinto mi diceva: mollala al suo destino così che, alla fine, sia costretta chiedere aiuto al ragazzotto del CED, poi però ho pensato che:
1) mi avrebbe rotto le orecchie per ore con la solfa "quando pensi che la posta riprenderà a funzionare?"
2) avrebbe alzato alti lamenti perché "non è possibile lavorare così!" e la Direzione avrebbe potuto girare a me l'incombenza di parlare con il CED, cioè fare io una figuraccia epocale
Così sono andata al suo pc e le ho rimesso la password “vecchia” al posto di quella che aveva incasinato.
Dimostrando quindi tutta la mia geniale genialità informatica.
Sigh.

La vignetta (click per ingrandire) è tratta da “Il favoloso mondo degli utonti”, blog che leggo per consolarmi.

posted by on 2011.03.09, under Senza categoria
09:
Spetegules.

1) C'è un'assessore regionale lombardo che sul proprio sito aveva un curriculum da "psicologa e psicoterapeuta infantile” specializzata nel recupero dei bambini vittime di abusi.
Dopo una denuncia dell'ordine degli psicologi, a cui non risultava che lo fosse, l'ha tolto.

2) C'è un professore dell'Università di Venezia, già beccato altre volte a copiare ma non citare, che è stato ribeccato.
Continua a rimanere al suo posto, ovviamente.

3) C'è un ministro a cui le Iene hanno mostrato un libro e chiesto: lo conosce? Lui ha risposto di no, al che le Iene gli han fatto un altra domanda: perché ne ha copiato alcune parti senza citarlo?
Risposta del ministro: provocatori!

Non siamo in Germania, finirà tutto a tarallucci e vino.

posted by on 2011.03.09, under Senza categoria
09:
Nel febbraio 2009 il silvio disse che «Solo avendo paura si può determinare una maggiore enfasi della crisi e un prolungamento nel tempo della crisi stessa».
E infatti: oltre 11.000 aziende sono fallite nel 2010 (+ 20% rispetto al 2009).
Quest'uomo porta sfiga.
Oppure parlava del suo orticello che, a settembre 2010, ha fatto incassare 165 milioni di euro di dividendi alla famiglia: 118 a silvio, 12 a Marina, 5 a Piersilvio e 10 a testa ai tre figli di Veronica Lario.

posted by on 2011.03.08, under Senza categoria
08:
Dal 1° gennaio 2005 è stata sospesa la leva militare obbligatoria.
Sospesa, non abolita. Perché per abolirla bisognava modificare l'art. 52 della Costituzione.
Quindi, cito, non essendo la sospensione dell'obbligo di leva ed alle armi una "soppressione", non è venuto meno il presupposto dell'iscrizione dei cittadini italiani nelle liste di leva della classe di appartenenza. I Comuni e le Autorità Diplomatico-Consolari all'estero dovranno pertanto continuare la loro attività di formazione e aggiornamento delle relative liste di leva.
Tradotto: ogni gennaio ogni Comune d'Italia deve provvedere a redigere la lista dei maschi che compiono diciassette anni in quell'anno. Detta lista andrà affissa nell'Albo Pretorio.
A che scopo non si sa, ma la devono affiggere.

posted by on 2011.03.07, under Senza categoria
07:
E' stato firmato da CISL e UIL (CGIL invece non ne ha voluto sapere) il rinnovo del contratto del commercio.
A parte il fantasmagorico aumento per il 2011 (p.es. il II livello avrà ben 13,53 € a gennaio e 17,59 a settembre, mentre il V 9,03 e 11,75), la novità più grossa riguarda la malattia.
In pratica:
1° malattia, primi 3 gg pagati al 100%
2° malattia, primi 3 gg pagati al 100%
3° malattia, primi 3 gg pagati al 50%
4° malattia, primi 3 gg pagati al 50%
dalla 5° malattia, primi 3 gg non pagati.
Tranne se la prognosi iniziale supera i 12 gg.
O se trattasi di day hospital o patologia grave e continuativa con terapie salvavita.
Il tutto da calcolarsi sull'anno calendariale, cioè dal 01 gennaio al 31 dicembre.
Questo accrocchio è stato studiato, cito, "al fine di prevenire situazioni di abuso".
Considerando che, per il Commercio, i primi tre giorni di malattia sono a carico delle aziende, appare evidente che vogliono risparmiare a spese altrui.
Certo, ci saranno stati dipendenti che se ne sono approfittati, ma considerando che la maggior parte lavora per negozi o piccole aziende dove licenziare è facile, non credo che il fenomeno sia così diffuso.

posted by on 2011.03.04, under Senza categoria
04:
Giuliano Ferrara ha firmato il contratto con la Rai: tre anni a 500.000 euro l'anno, per circa 150 puntate di 5 minuti l'una.
Niente pubblicità durante la trasmissione di Ferrara, quindi niente incassi per la Rai.
Un bel guiderdone per l'elefantino, non c'è che dire.
Un tizio prima comunista, poi socialista, poi amico del silvio e del Vaticano.
La coerenza fatta persona, insomma.
Dimenticavo, è anche quello delle mutande per la libertà.

Te pensa, uno così lo paghiamo noi, coi nostri soldi del canone (e non solo).

 

posted by on 2011.03.03, under Senza categoria
03:
Oggi vöja de laurà saltum ados… che mi me sposti.
Sono qui da neanche mezz'ora e già vorrei tornarmene a casa.
Qualunque scusa è buona.

(tratto da Linus, fumetto: Perle ai porci di Stephan Pastis)

pagetop

 
  • Archivi

  •  

    settembre: 2016
    L M M G V S D
    « mar    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

Siti per blog